ARTICOLI

Sale a quasi seicento il numero delle vittime del terremoto in Cina.

Inviato da Rossella Biagi il Gio, 15/04/2010 - 16:07
Sale a quasi seicento il numero delle vittime del terremoto in Cina.

Si stanno delineando in modo ormai certo gli effetti del terremoto che si è registrato in Cina, oltre l’85% degli edifici nella zona di Yushu, è crollato. Per il momento sarebbero circa 589 le vittime e oltre 10000 i feriti., 589 i morti e 10 mila i feriti. Il sisma ha raggiunto magnitudo 6,9 della scala Richter. Tra le vittime ci sarebbero molti bambini che, all’ora del sisma, erano entrati nelle aule delle loro scuole. Danni anche per le strade, dissestate, che hanno impedito il tempestivo intervento dei soccorsi.

Disordini alla manifestazione del l’ex-Presidente kirghiso deposto Bakyiev.

Inviato da Rossella Biagi il Gio, 15/04/2010 - 16:04
Disordini alla manifestazione del l’ex-Presidente kirghiso deposto Bakyiev.

Non cessano le manifestazioni di sostegno all’ex-Presidente deposto, Kurmanbek Bakiyev, in seguito ad una rivolta cruenta e sostituito allo stato attuale da un governo ad interim guidato da Roza Otunbaieva. Ad Osh si è svolta un’altra manifestazione, cui hanno partecipato oltre duemila persone, proprio mentre stava per intervenire l’ex-Presidente Bakiyev si è verificata però una sparatoria e la manifestazione è stata subito interrotta. Sarebbero state sue le stesse guardie del corpo ad aprire il fuoco sparando colpi in aria per fare spazio a Bakiyev, mentre gli oppositori hanno lanciato sassi contro il corteo dell’ex-Presidente.

Ceneri vulcaniche sul cielo islandese: interrotti i voli da e per Gran Bretagna e Scandinavia.

Inviato da Rossella Biagi il Gio, 15/04/2010 - 16:01
Ceneri  vulcaniche sul cielo islandese: interrotti i voli da e per Gran Bretagna e Scandinavia.

Sono stati sospesi numerosi collegamenti aerei in Gran Bretagna e in Scandinavia e sono stati addirittura bloccati i voli agli aeroporti londinesi delle città di Heathrow e Standsted a causa dell’eruzione di un vulcano islandese. Secondo le autorità di volo, le ceneri vulcaniche ed i fumi emessi dal vulcano avrebbero rappresentato un serio rischio per i motori degli aerei e per la visibilità degli stessi.

Detenuto si toglie la vita a Rebibbia, è il diciannovesimo in Italia

Inviato da Visitatore (non verificato) il Mer, 14/04/2010 - 16:27
Detenuto si toglie la vita a Rebibbia, è il diciannovesimo in Italia

Ancora un suicidio in cella. Ieri sera un uomo di 31 anni, Daniele Bellante, di origine siciliane, si è impiccato con una striscia di tessuto appesa alle sbarre della finestra. È l'ennesimo campanello di allarme sulla situazione delle carceri italiane.

44esma edizione del Vinitaly: oltre 100 aziende umbre in vetrina

Inviato da Mattia il Mer, 14/04/2010 - 15:45
44esma edizione del Vinitaly: oltre 100 aziende umbre in vetrina

Si è chiusa la 44esima edizione di Vinitaly e l’Umbria si conferma territorio del buon bere e del buon mangiare. I numeri relativi alla partecipazione della aziende umbre, fanno capire bene come questo settore sia ben radicato in Umbra. 45 aziende vitivinicole e 3 Consorzi erano riunite nel padiglione della Regione Umbria e altre 68 aziende erano presenti con propri “stand” in diversi spazi della fiera. “Durante la manifestazione – ha spiegato Roberto Bertini Assessore al Turismo della Provincia di Perugia - ho avuto l’occasione di ascoltare quali sono le esigenze della aziende che lavorano nel settore vitivinicolo.

I This Harmony a Perugia

Inviato da Lucina il Mar, 13/04/2010 - 23:06
I This Harmony a Perugia

Giovedì 15 aprile i This Harmony torneranno a calcare le scene della loro Perugia all'Auditorium Vannucci, presso il Golf Hotel 4 Torri di Ellera di Corciano.
Una voce a forma di violino racconta melodie che vivono su di un tappeto armonico, generato dal connubio di una chitarra un basso e una batteria. Tra colonne sonore che sfiorano mondi lontani quali rock e musica classica, i This Harmony offrono dal vivo un'interpretazione che lascia trasognati.

Emergency chiede la liberazione dei tre volontari italiani.

Inviato da Rossella Biagi il Mar, 13/04/2010 - 15:28
Emergency chiede la liberazione dei tre volontari italiani.

I volontari italiani di Emergency operanti in Afghanistan restano agli arresti nei locali della Direzione della sicurezza nazionale afghana. I tre italiani sono stati arrestati insieme ad altre sei persone con l'accusa di aver ordito un attentato ai danni del Governatore della zona di Lashkar-Gah, Goulab Mengal, provincia meridionale afghana di Helmand. Ancora non sono chiare le ragioni per cui Marco Garatti, Matteo dell'Aira e Matteo Pagani sono stati prelevati dalla struttura dell’ospedale di Emergency e presi in custodia dalle autorità locali , che hanno rinvenuto nell’edificio pistole, granate ed esplosivo.

Scontri a Mogadiscio, circa venti i morti.

Inviato da Rossella Biagi il Mar, 13/04/2010 - 15:22
Scontri a Mogadiscio, circa venti i morti.

Secondo la polizia locale sarebbero state circa una ventina le vittime coinvolte nei violenti scontri nella capitale somala di Mogadiscio. Ben tredici i civili che hanno perso la vita nel corso dello scontro a fuoco, i restanti hanno invece perso la vita a causa dello scoppio di due ordigni esplosivi. L’escalation della violenza non sembra accennare a diminuire nella regione.

Sulle precedenti elezioni sudanesi cala l'accusa di brogli.

Inviato da Rossella Biagi il Lun, 12/04/2010 - 16:31
Sulle precedenti elezioni sudanesi cala l'accusa di brogli.

Dopo venticinque anni sono state finalmente indette in Sudan, dall’attuale Presidente Bashir, le elezioni presidenziali, legislative e regionali. Ma le nuove elezioni hanno suscitato anche aspre polemiche sulle modalità di svolgimento delle elezioni, cui non parteciperà la popolazione de Darfur. Secondo i sondaggi è prevista una probabile riconferma di Omar Bashir, attuale presidente sudanese, ma, come precedentemente sottolineato, non potranno però partecipare alle competizioni elettorali gli abitanti del Darfur, dove è stato dichiarato lo stato di emergenza, ragione per cui, in quella regione, non potranno essere aperti i seggi.

Elezioni politiche ungheresi: l'elettorato si sposta a destra.

Inviato da Rossella Biagi il Lun, 12/04/2010 - 16:27
Elezioni politiche ungheresi: l'elettorato si sposta a destra.

Alle elezioni in Ungheria si è registrata la vittoria del partito conservatore, che sostiene l'ex premier Orban, con un divario notevole rispetto al Partito socialista. Dopo ben otto anni di governo socialista l’Ungheria registra una netta sterzata verso destra: questo il bilancio delle elezioni politiche dei giorni scorsi. Il Partito “Fidsez” conservatore infatti ha raggiunto già al primo turno la maggioranza, guadagnando 206 seggi sui 386 disponibili, questa la dichiarazione della Commissione elettorale, dopo aver scrutinato circa il 99% delle schede.

Pagine

I NOSTRI CONTATTI

 

Compila il form di richiesta

COLLABORAZIONI


 

unipg   unistrapg  Raduni

Associazione Culturale L'Officina ustationPerugia 2019

SEGUICI

glqxz9283 sfy39587stf02 mnesdcuix8
sfy39587stf03
sfy39587stf04