ARTICOLI

Chavez: internet va controllata.

Inviato da Mommo il Mar, 16/03/2010 - 14:24
Chavez: internet va controllata.

Internet va regolata: non è possibile che chiunque possa dire e fare qualsiasi cosa sulla Rete . Lo ha dichiarato il presidente venezuelano Hugo Chavez, che ha concentrato gran parte del suo fuoco verbale su Twitter e Facebook, colpevoli a su parere di amplificare notizie infondate "che avvelenano la mente".

In Messico i cartelli della droga sfidano il governo degli Stati Uniti.

Inviato da Rossella Biagi il Mar, 16/03/2010 - 14:17

E’ stato ucciso a bordo della propria auto un membro del consolato americano di Ciudad Juarez, nella sparatoria sono stati coinvolti e feriti i suoi figli. Ma le organizzazioni criminali legate al traffico illecito di stupefacenti sta terrorizzando i cittadini americani presenti nel paese, ma, spesso, vittime degli assalti sono anche cittadini messicani i qualche modo collegati con l’ambasciata o con il consolato americano. Così ad esempio è stato massacrato un cittadino americano che lavorava al consolato americano.

Iran: Proteste contro l'opposizione di Karroubi

Inviato da Mommo il Mar, 16/03/2010 - 14:06
Iran: Proteste contro l'opposizione di Karroubi

Questa volta sono i sostenitori del governo di Ahmadinejad a protestare. Una folla si è riunita ieri davanti al casa del leader dell'opposizione Mehdi Karroubi scandendo slogan che ne chiedevano la morte e imbrattandone la casa con minacce e insulti. Stessa sorte per gli altri leader dell'opposizione Mir-Hossein Mousavi (che come lui ha sfidato Ahmadinejad alle passate elezioni presidenziali di giugno), e l'ex presidente riformista Mohammed Khatami.

Libia: Frattini, il 22/3 proposta Italia

Inviato da Mommo il Mar, 16/03/2010 - 14:01

In mancanza di una soluzione sul caso visti Libia-Svizzera,se entro il 5 aprile Tripoli e Berna non troveranno una soluzione alla querelle, dice Frattini, l'Italia presenterà una proposta.
L'iniziativa, spiega il ministro degli Esteri in visita a Tripoli, sarà presentata insieme ai colleghi maltese, spagnolo e portoghese il 22/3 al Consiglio dei Ministri Europei per consentire a Tripoli di superare la black list Svizzera che limita i movimenti in Europa. Il 4/4 infatti entra in vigore il nuovo codice sui visti Schengen.

Arrestati per sfruttamento

Inviato da martina il Lun, 15/03/2010 - 15:32
Arrestati per sfruttamento

L'operazione Free Children, messa in atto dalla squadra operativa dei carabinieri di Todi, ha portato all'arresto di cinque persone di nazionalità romena. I cinque sono stati accusati di sfruttamento del lavoro minorile ed ora rischiano fino a 20 anni di reclusione, come previsto dal Codice Penale. I bambini che venivano sfruttati erano costretti a chiedere l'elemosina per ore, prevalentemente al di fuori dei centri commerciali e indipendentemente dalle condizioni climatiche. I piccoli venivano controllati a distanza dagli adulti, che nel frattempo se ne stavano in auto o in qualche bar.

Raid aereo in Yemen: colpiti i capi di al Qaeda.

Inviato da Rossella Biagi il Lun, 15/03/2010 - 14:32
Raid aereo in Yemen: colpiti i capi di al Qaeda.

Secondo i servizi di sicurezza della città di Sanaa, si è svolto ieri in tarda serata un raid aereo nella provincia yemenita di Abyan, che avrebbe avuto come obiettivo quello di colpire una delle basi di Al Qaeda nel paese. Sono stati feriti ed uccisi nell’operazione due presunti capi di al Qaeda, mentre nell'attacco sarebbero rimaste complessivamente uccise una ventina di persone. La notizia del raid aereo nel sud dello Yemen è stata diffusa dall’emittente al Jazira. Secondo la stessa emittente bersaglio del raid sarebbe stata una presunta base di al Qaeda.

Vittoria socialista alle regionali in Francia, crolla l’affluenza alle urne.

Inviato da Rossella Biagi il Lun, 15/03/2010 - 14:30
Vittoria socialista alle regionali in Francia, crolla l’affluenza alle urne.

L’esito delle regionali in Francia era abbastanza prevedibile, sebbene nessuno avesse previsto il drastico crollo dell’affluenza alle urne. Il Partito socialista si attesta come prima forza, con il 29,1%, mentre il partito di destra di Sarkozy, l’UMP, raggiunge solo il 27,3%, contro il 13% dei Verdi e l’11% di Le Pen. Dopo la chiusura dei seggi per le regionali in Francia, emerge un dato che deve far riflettere non si sono recati alle urne una fetta di popolazione compresa tra il 52 e il 55% degli aventi diritto. Si tratta del livello di astensione più elevato mai registrato in Francia. L'astensione più alta mai registrata in Francia.

Pagine

I NOSTRI CONTATTI

 

Compila il form di richiesta

COLLABORAZIONI


 

unipg   unistrapg  Raduni

Associazione Culturale L'Officina ustationPerugia 2019

SEGUICI

glqxz9283 sfy39587stf02 mnesdcuix8
sfy39587stf03
sfy39587stf04