ARTICOLI

Fortune: Apple azienda più ammirata al mondo

Inviato da troppouncapo il Sab, 06/03/2010 - 04:34
Fortune: Apple azienda più ammirata al mondo

I successi per la Apple sembrano non fermarsi mai. La casa di Cupertino anche quest'anno è stata rieletta dal mensile americano Fortune come l'azienda più ammirta al mondo. Secondo la classifica delle aziende mondiali di maggior successo, la Apple conquista il primo posto per il terzo annno consecutivo, ottenendo un punteggio di 7,95 nel particolare indice di qualità sviluppato da Fortune.

Convegno alla facoltà di Scienze politiche

Inviato da martina il Ven, 05/03/2010 - 18:42
Convegno alla facoltà di Scienze politiche

Giovedì 11 e venerdì 12 marzo si terrà presso la facoltà di Scienze politiche un convegno dal titolo "Le regole della partecipazione:cultura giuridica e dinamiche istituzionali dei processi partecipativi". Il convegno si terrà grazie all'iniziativa del dipartimento Istituzioni e società ed è inserito nel progetto nazionale di ricerca "Federalismo come metodo di governo partecipativo". Saranno presenti in aula alcuni membri delle assemblee legislative regionali, studiosi ed esperti in materia.

Come distruggere l'art.18 e non farlo sapere a nessuno.

Inviato da fucsia il Ven, 05/03/2010 - 15:02
Come distruggere l'art.18 e non farlo sapere a nessuno.

Ieri è stata approvato al Senato il ddl delega sul lavoro. Si è violato senza alcun ritegno l'art.18. Insomma, il funerale della Giustizia del lavoro, del diritto del lavoro, dello Statuto dei lavoratori. Ma, se negli anni '60 anche per meno di quello che è successo si sarebbe avuta una rivoluzione, oggi no e tutti se ne approfittano. La nuova normativa, senza scendere troppo nei particolari, prevede che per le controversie relative ai rapporti di lavoro non si possa ricorrere al giudice ma a un semplice arbitrato. La volontà dei lavoratori è stata mutilata.

Tensione tra Italia e Iran per l’arresto di due cittadini iraniani.

Inviato da Rossella Biagi il Ven, 05/03/2010 - 14:01
Tensione tra Italia e Iran per l’arresto di due cittadini iraniani.

Il Governo di Teheran ha intimato il rilascio di due suoi cittadini arrestati in Italia, nel corso di un’inchiesta per traffico internazionale di armi. I due cittadini iraniani, Hamid Masoumi-Nejad, un giornalista iraniano, e Ali Damirchilu, arrestati insieme ad un gruppo di italiani a Torino. Gli iraniani arrestati sono inoltre sospettati di essere potenziali agenti dei servizi segreti iraniani.

"Il feroce Saladino" a teatro

Inviato da riccardo il Ven, 05/03/2010 - 13:09
"Il feroce Saladino" a teatro

Dopo il successo riportato al suo debutto, viene riproposto al Teatro Brecht il 6 marzo 2010 alle ORE 21,15, proprio a San Sisto, il quartiere nato con la nuova Perugina, “IL FEROCE SALADINO, ovvero Storia di una fabbrica di cioccolato: Perugina”, un progetto di Roberto Biselli, prodotto dal Teatro di Sacco con il sostegno della Provincia di Perugia e del Circolo Dipendenti Perugina, patrocinato dalla Regione dell’Umbria, il Comune di Perugia, l’ISUC e l’ICSIM.

Studenti Mongoli a Perugia

Inviato da riccardo il Ven, 05/03/2010 - 12:00
Studenti Mongoli a Perugia

Accordo tra la Stranieri, l'A.Di.S.U., il comune di Magione e l'associazione Mongolia - Italia per dare ospitalità e offerta di studio a studenti mongoli.
Lunedì 8 marzo prossimo, alle 17,30 sarà firmato ufficialmente il protocollo che consentirà ai primi tre studenti della Mongolia di frequentare un corso di lingua italiana

Studenti in pigiama per protesta

Inviato da martina il Gio, 04/03/2010 - 21:16
Studenti in pigiama per protesta

Inusuale protesta quella che ha visto protagonisti gli studenti perugini su mobilitazione dell'Udu (Unione degli universitari):vagare per le via e le piazze cittadine in pigiama. Perchè?

Sospettati i separatisti del Kashmir per la strage di Kabul.

Inviato da Rossella Biagi il Gio, 04/03/2010 - 13:33
Sospettati i separatisti del Kashmir per la strage di Kabul.

Sono state mosse accuse ad un gruppo separatista del Kashmir, appoggiato dal Pakistan, che sarebbe stato anche responsabile degli attacchi svoltisi a Mumbai nel 2008. Secondo un funzionario afghano sarebbe stato questo gruppo ad aver compiuto la strage di Kabul, in cui ha perso la vita, Pietro Colazzo, insieme ad una quindicina di persone, molti di nazionalità indiana. Secondo questa tesi dunque il responsabile sarebbe stato il Lashkar-e-Taiba, gruppo separatista del Kashmir appoggiato dal Governo pakistano.

Pagine

I NOSTRI CONTATTI

 

Compila il form di richiesta

COLLABORAZIONI


 

unipg   unistrapg  Raduni

Associazione Culturale L'Officina ustationPerugia 2019

SEGUICI

glqxz9283 sfy39587stf02 mnesdcuix8
sfy39587stf03
sfy39587stf04